MANCATA RICOSTRUZIONE DI UN CONDOMINIO DI PROPRIETà DELLA PROVINCIA: I RESIDENTI INSORGONO

NON SI HANNO NOTIZIE SULLA RICOSTRUZIONE DELL'IMMOBILE CHE OSPITAVA DIECI FAMIGLIE

13 Settembre 2017

La ricostruzione o meglio la mancata ricostruzione di una palazzina sita a L'Aquila in via Trecco, nel cuore del centro storico, fa montare la rabbia dei residenti. La proprietà dell'immobile sembrerebbe essere della Provincia alla quale i cittadini, alcuni dei quali deceduti nel corso degli anni, si sono rivolti chiedendo lumi sulla ricostruzione dello stabile e non ottenendo alcuna risposta. 

INAIL E POLIZIA STRADALE PER PREVENIRE INCIDENTI
PRESENTATO IL CIS DA 80 ML A CASTEL DI SANGRO
INSEGNARE IL 900, PER CAPIRE PRESENTE E FUTURO
CO.RE.COM: IL VADEMECUM CONTRO IL CYBERBULLISMO
PROGETTO CASE: RIBASSO DEL 50% APPALTO PULIZIE
L'INSPIEGABILE TRAGEDIA DELLA FAMIGLIA FILIPPONE
INCHIESTA RIGOPIANO: INDAGATI ENRICO PAOLINI E MIMMO SROUR
PRESUNTO TERRORISTA SCOPERTO A SAN SALVO
L'AQUILA, SUCCESSO PER LA "GRANFONDO"
TORNA A COLLEMAGGIO IL DIPINTO DI PAPA CELESTINO
OMIDICIO-SUICIDIO CHIETI. MOTIVI IN UN FOGLIO?
ANCE:DA BARATTELLI DIMISSIONI IRREVOCABILI
POLIZIA AQ: ARRESTATO PRIMA CHE FUGGISSE
GLI ALPINI RICOSTRUISCONO UNA STALLA A VISSO
PAPA FRANCESCO CREA MONS. PETROCCHI CARDINALE
TORNIMPARTE, NUOVO CAMPO E FESTA DI SPORT
MARISA GRASSO AL MEMORIAL DAY DEL S.A.P.
EMOZIONI AL MEMORIAL DAY 2018 DEL S.A.P.
NASCE ASSOCIAZIONE PROFESSIONI TECNICHE
IL FREETIME FESTEGGIA LA PERMANENZA IN C1
SUICIDI IN CARCERE: INTERVENGONO LE CAMERE PENALI D'ABRUZZO
CDR, SGA E ORDINE ATTACCANO D'ALFONSO A DIFESA DEL COLLEGA LAMBERTINI:
IL TORNIMPARTE CALCIO PREMIATO IN MUNICIPIO
L'AQUILA:MERCATO EUROPEO FINO A DOMANI IN CENTRO
TRUFFATRICE NAPOLETANA ARRESTATA A L'AQUILA
L'AQUILA: IN COMUNE SI APRE IL CASO LIRIS
PARTITA DEL CUORE: VINCONO CARDUCCI ED IPSIASAR
TANDEM TOUR: PIANO-JUNCKER SPIEGATO A L'AQUILA
SISMA 2016/2017, CITTADINI CON IL FIATO SOSPESO
AQ, SORPRESI CON 1 KG DI COCAINA: DUE ARRESTI
MEMORIAL DAY '18, L'AQUILA EPICENTRO DI LEGALITÀ
CTGS, IL CASO DE NARDIS AGITA L'AMMINISTRAZIONE