DI SABATINO (PD): SARA MARCOZZI SI VUOLE ASSICURARE UNA POLTRONCINA ALL'EMICICLO

DI MARCO GIANCARLI

10 Gennaio 2019

“La candidata presidente della Regione Sara Marcozzi (Movimento Cinque Stelle) non ci venisse a dare lezione di democrazia: dopo aver ottenuto la candidatura a Presidente dando una spallata a chi aveva vinto le primarie, ovvero Domenico Pettinari, adesso si riserva una poltroncina sicura candidandosi consigliera nella lista di Chieti”.  Non le manda certo a dire il segretario regionale del Pd Abruzzo Renzo Di Sabatino rispondendo alle dichiarazioni rilasciate ieri dalla Marcozzi durante la presentazione delle liste del M5S “Parliamo di numeri? – continua Di Sabatino – Se loro sono solo 29, e non 30,  è perché la Marcozzi ha deciso di riservarsi un bel paracadute in caso di sconfitta, candidando se stessa non solo Presidente, ma anche consigliera. Cosa che Giovanni Legnini non ha fatto, dimostrando quindi che la sua candidatura è totalmente a servizio della comunità abruzzese e ben lontana della logica delle poltrone. Ricordo, infatti, che il candidato presidente della coalizione che arriverà terza non siederà in Consiglio regionale, e forse proprio perché anche la Marcozzi ha capito che la sfida sarà fra Legnini ed un catapultato da Roma, ha deciso di garantirsi il posticino per altri cinque anni. Per gli abruzzesi, comunque, una buona notizia: il rischio di una Virginia Raggi d’Abruzzo è scongiurato. Parliamo adesso di quello che la Marcozzi definisce “un abuso di democrazia”, ovvero il numero di candidati in campo. Il fatto che una for za politica che predica l’importanza della democrazia diretta, dell’uno vale uno e della partecipazione, si lamenti perché le persone hanno davvero voglia di essere in campo è  grottesco. Con il consenso ottenuto grazie a bugie e promesse irrealizzabili, di candidati ne avrebbero potuti presentare a migliaia, ma poi avrebbero avuto il problema di controllarli e di evitare che entrasse qualche testa pensante”. 

PATRIZIO ARPETTI PRESENTA IL SUO LIBRO: LA DONNA L'INFANZIA L'ADOLESCENZA
BIKE FOR BABIES: LA SOLIDARIETA' CORRE SU DUE RUOTE
QUALE EUROPA? SE NE È DISCUSSO A ONNA
EMENDAMENTO GENIO CIVILE BOCCIATO: RAINALDI CONTRARIO
SANITÀ ED EMERGENZE, SERVE COLLABORAZIONE
JU PARCHETTO CON NOI, RACCOLTA MOZZICONI
SALUTE DONNA ONLUS: INCONTRO SUL PAVIMENTO PELVICO
CINGHIALI, COSPA ABRUZZO: "PENNE COMUNE BRACCONIERE"
ANTINCENDIO BOSCHIVO: REGIONE ABRUZZO PRESENTA IL PIANO 2019
STABILIZZAZIONE PRECARI, CGIL: "DARE TEMPI CERTI"
INPS: PASQUALE TRIDICO A L'AQUILA IL 17 GIUGNO
AQ, RIENTRA IL CONTINGENTE IMPIEGATO IN LETTONIA
CME ABRUZZO, CAMBIO AL VERTICE
L'AQUILA è LIBERA: L'EVENTO PROMOSSO DA ANPI PER I 75 ANNI DALLA LIBERAZIONE
NIENTE NUMERO LEGALE: SALTA LA COMMISSIONE TERRITORIO
A24/A25, LE MOSSE DEL CENTROSINISTRA REGIONALE
RICOSTRUZIONE PUBBLICA, L'ALLARME DEGLI ARCHITETTI AQUILANI
CANTIERI DELL'IMMAGINARIO, PRESENTATA L'EDIZIONE 2019
GASDOTTO SNAM: SI VA VERSO IL CONSIGLIO DI STATO
ENERGIA: FASE 2.0 PER ATERNO GAS E POWER
SCLEROSI MULTIPLA: ALL'AQUILA IL PROGETTO SMART
NAVELLI: FESTIVAL DELLA PIANA CON LA "BARATTELLI
IL FESTIVAL "MERAVIGLIE A PORTATA DI MANO"
AL VIA PROTEGGIAMO IL CUORE DELLA RICOSTRUZIONE
L'11 GIUGNO 1944 LA STRAGE DI ONNA: IL RICORDO
A24/A25: PAOLUCCI CHIEDE CONSIGLIO STRAORDINARIO
FORUM UNESCO: L'AQUILA PROTAGONISTA A FABRIANO
CASO ACCORD PHOENIX: BOLLA DI SAPONE IN ASSISE CIVICA
LAVORO, FANFANI: "DOVE SONO GLI ORDINI PROFESSIONALI?"
UNIVAQ, DALLA FORMAZIONE AL LAVORO
I CARABINIERI RICORDANO LE VITTIME DEL SISMA
ABRUZZO B