MAXI ANTENNA A PAGLIARE DI SASSA: CITTADINI ANCORA MOBILITATI

DI ANGELO LIBERATORE

11 Gennaio 2019

Quell'antenna lì non può stare, è impattante sia dal punto di vista paesaggistico - oltretutto in un'area sottoposta a vincolo, vicinale alla chiesa di San Pietro Apostolo - sia a  causa del nodo legato all'elettrosmog. L'antenna in questione si trova a Pagliare di Sassa, periferia occidentale Aquilana, ed i cittadini della frazione da tempo si stanno battendo per ottenerne lo spostamento in un sito alternativo. Hanno avviato una raccolta firme (chiusa a più di 1400 adesioni), portato il documento a Villa Gioia in Commissione Ambiente e, stamani, hanno ribadito la loro richiesta anche ai consiglieri comunali del gruppo Insieme per L'Aquila saliti a Pagliare di Sassa per rendersi conto in prima persona della situazione e dare il loro appoggio a quella che definiscono "una giusta battaglia della popolazione".    L'antenna sorge di fianco ad una vecchia infrastruttura su ruote, montata - con la promessa che sarebbe stata temporanea - nell'immediato post sisma 2009 per garantire la copertura di rete alla zona. Nel 2016, però, è stato dato l'ok per la costruzione della nuova antenna che, come mostrano le immagini, ha invece tutti i crismi dell'essere permanente. Non solo. Spiegano i cittadini di come, a fronte di iniziali autorizzazioni solo per gli operatori tradizionali, oggi lo spettro dei potenziali utilizzatori finali dell'antenna sia sia di molto allargato.  In particolare rivolgendosi a soggetti che sperimenterebbero la tecnologia 5G. E - questa la voce del comitato no Antenne - se già con i soli operatori tradizionali agganciati, le emissioni dell'antenna arrivavano a valori di elettrosmog ai limiti della soglia di tolleranza, con l'aumento dell'operatività dell'infrastruttura il rischio concreto sarebbe quello di un pericoloso fuori scala.

L'AQUILA, FASE 2: I GESTORI DEI LOCALI CHIEDONO AIUTO
PESCARA, STOP AL CICCHETTO DA ASPORTO
SGT MULTISERVIZI IL PIANO CHE DIVIDE
L'AQUILA, RIPARTENZA SCUOLE. PAROLA D'ORDINE: DIALOGO
SPIAGGE LIBERE: ANCI E SINDACI SCRIVONO ALLA REGIONE
UFFICIALE, IL CALCIO ITALIANO RIPARTE DAL 13
CAPISQUADRA CINGHIALAI D'ABRUZZO: SALVIAMO LA BRACCATA
VIA MONTI AURUNCI. IL MERCATO TORNA AL COMPLETO
L'AQUILA, STATALE 17: CONTINUA LO SCEMPIO AMBIENTALE
MONTESILVANO: PORTO ALLEGRO REGALA MASCHERINE
FASE1 ASL2. NUMERI DEL DIPARTIMENTO PREVENZIONE
SANITA':MEDICI E STUDENTI PROTESTA NELLE PIAZZE
MONTESILVANO, TASSE AZZERATE PER I COMMERCIANTI
PORTO ALLEGRO REGALA MASCHERINE
EDILIZIA SCOLASTICA: POTERI COMMISSARIALI AGLI ENTI LOCALI
POPBARI: ANCI ABRUZZO BOCCIA IL PIANO INDUSTRIALE
STRADA DEI PARCHI: PERSONALE IN STATO DI AGITAZIONE
CONFINDUSTRIA CH PE, UNA RIPARTENZA INTELLIGENTE
APPROVATO IL BILANCIO DELLA PROVINCIA DELL'AQUILA
L'AQUILA: VIA AI LAVORI DEL II LOTTO DEI SOTTOSERVIZI DA 8MLN DI EURO
MARSILIO NELLE EX ZONE ROSSE DI PENNE E FARINDOLA
"SI A CONTRIBUTO DEI CITTADINI PER RICOSTRUZIONE"
STADIO MONTESILVANO, IL PESCARA SI TIRA FUORI
PD. SANITA' EQUILIBRIO TOGLIENDO A CHIETI
POST COVID, RAINALDI: "CENTRO ITALIA SIA AREA DI CRISI"
EX INTECS: LAVORATORI E SINDACATI IN ATTESA
MATURITÀ 2020 IN ABRUZZO: DATI E MODALITÀ
TUTTI AL MARE IL 29!
AUTO INCENDIATA A MONTESILVANO
AVEVANO EROINA E METADONE: IN DUE AI DOMICILIARI
STOCCATE DEM SUL CURA ABRUZZO 2
SOTTOSERVIZI L'AQUILA: GIOVEDÌ PARTE IL SECONDO LOTTO