MAXI ANTENNA A PAGLIARE DI SASSA: CITTADINI ANCORA MOBILITATI

DI ANGELO LIBERATORE

11 Gennaio 2019

Quell'antenna lì non può stare, è impattante sia dal punto di vista paesaggistico - oltretutto in un'area sottoposta a vincolo, vicinale alla chiesa di San Pietro Apostolo - sia a  causa del nodo legato all'elettrosmog. L'antenna in questione si trova a Pagliare di Sassa, periferia occidentale Aquilana, ed i cittadini della frazione da tempo si stanno battendo per ottenerne lo spostamento in un sito alternativo. Hanno avviato una raccolta firme (chiusa a più di 1400 adesioni), portato il documento a Villa Gioia in Commissione Ambiente e, stamani, hanno ribadito la loro richiesta anche ai consiglieri comunali del gruppo Insieme per L'Aquila saliti a Pagliare di Sassa per rendersi conto in prima persona della situazione e dare il loro appoggio a quella che definiscono "una giusta battaglia della popolazione".    L'antenna sorge di fianco ad una vecchia infrastruttura su ruote, montata - con la promessa che sarebbe stata temporanea - nell'immediato post sisma 2009 per garantire la copertura di rete alla zona. Nel 2016, però, è stato dato l'ok per la costruzione della nuova antenna che, come mostrano le immagini, ha invece tutti i crismi dell'essere permanente. Non solo. Spiegano i cittadini di come, a fronte di iniziali autorizzazioni solo per gli operatori tradizionali, oggi lo spettro dei potenziali utilizzatori finali dell'antenna sia sia di molto allargato.  In particolare rivolgendosi a soggetti che sperimenterebbero la tecnologia 5G. E - questa la voce del comitato no Antenne - se già con i soli operatori tradizionali agganciati, le emissioni dell'antenna arrivavano a valori di elettrosmog ai limiti della soglia di tolleranza, con l'aumento dell'operatività dell'infrastruttura il rischio concreto sarebbe quello di un pericoloso fuori scala.

IL GRANDE TENNIS A L’AQUILA DAL 19 AL 25 AGOSTO
CRISI GOVERNO, CASERMA VVF L’AQUILA A RISCHIO
PAGO, 80 ABITANTI, UN PAESE CHE RESISTE
LAVORO IN ABRUZZO: IL PUNTO DI CONFARTIGIANATO IMPRESE CHIETI-L'AQUILA
5G, PICCOLI COMUNI ABRUZZESI SUL FRONTE DEL NO
FERRAGOSTO 2019: I TURISTI SCELGONO L'AQUILA E IL GRAN SASSO
FESTIVAL MONTAGNA, ROMANO: "AMMINISTRAZIONE MIOPE"
INDUSTRIA, IN ABRUZZO 11 VERTENZE APERTE
RIFIUTI DI ROMA IN ABRUZZO: COSTA CHIAMA MARSILIO
BENI CULTURALI: NASCE LA RETE MUSEALE ABRUZZO-MOLISE
SPORT A L'AQUILA, PALUMBO (PD): "SITUAZIONE CRITICA"
PONTE DI FERRAGOSTO: MONTECRISTO PRESO D'ASSALTO
ORTONA, TRAGEDIA DI FERRAGOSTO:MORTI DUE BAMBINI
NAVELLI: 17-18 AGOSTO SAGRA DI CECI E ZAFFERANO
SINISTRA ABRUZZESE DIVISA SUL FUTURO DEL GOVERNO
REGIONE FI VS CSX: NESSUNA RESA DEI CONTI RINVIATA
SAN SALVATORE: L'ECCELLENZA DEL ROBOT CHIRURGICO
A TERRANERA LA 43ESIMA EDIZIONE DELLA NATURMARCIA
"LA VITA DE 'NA OTE" DI JULIAN CIVIERO EMOZIONA FAGNANO
RICORDO DI ROMANO FANTASIA, A 20 ANNI DALLA SUA SCOMPARSA
CSX IN REGIONE: GIUNTA PENSA SOLO A POLTRONE
TURISMO: ABRUZZO AL SESTO POSTO IN ITALIA
SANITA': NUOVI PIANI PER ABBATTIMENTO LISTE D'ATTESA
FONDI RESTART: PUBBLICATI I BANDI PER L'ANNUALITÀ 2019
ASL1, CGIL: LETTERA APERTA A ROBERTO TESTA
IL CARDINAL PETROCCHI IN QUOTA PER RICORDARE CARLO CONFALONIERI
TRASPORTO PUBBLICO: QUATTRO NUOVI BUS ECOLOGICI
VERTICE MAGGIORANZA, MARSILIO. " RIUNIONE UTILE E COSTRUTTIVA"
AQ, SOTTOSERVIZI, SIAMO ALL'88% DEL I° LOTTO: IL PROGRAMMA PER I PROSSIMI MESI
FESTIVAL TAGLIACOZZO: GINO PAOLI E DANILO REA INCANTANO
AQ, CESAPROBA: UNA TARGA SUL CABBIA PER SERENA
A GORIANO VALLI NASCE LA CASA SULL'ALBERO