FAMILIARI VITTIME OMICIDI: "NO ALLO SCONTO DI PENA"

DI VIVIANA DE VECCHIS

14 Marzo 2019

Giustizia per tutte le vittime di omicidio, è questo lo scopo della manifestazione di protesta che si è tenuta davanti alla Corte d'Appello dell'Aquila in occasione della seduta nella quale sono tornati nelle aule giudiziarie Fabiola Bacci e Jonathan Sterlecchini, rispettivamente madre e fratello di Jennifer Sterlecchini, ventiseienne pescarese uccisa dall’ex compagno (Davide Troilo) nel dicembre 2016 con diciassette coltellate. L'ex fidanzato, giudicato in primo grado con il rito abbreviato e condannato a 30 anni, chiede ora lo sconto di pena. Senza l'aggravante dei futili motivi e con la diminuente del rito abbreviato la pena conclusiva potrebbe essere di 16 anni di reclusione. Una richiesta giuridicamente legittima, quella dello sconto di pena, ma che non accettano i familiari, appoggiati anche da amici, attivisti, cittadini ed associazioni operanti nel settore del contrasto alla violenza di genere, nonché i familiari di altre vittime di femminicidio. Il fine della protesta, come dicono gli stessi attivisti, alcuni molto legati alla famiglia Sterlecchini, è stato anche quello di sostenere la campagna per la certezza della pena e sollecitare l’approvazione del disegno di legge in merito all’abolizione del rito abbreviato per i reati che prevedono l’ergastolo, già passato alla Camera e ora in attesa di approvazione da parte del Senato. Il caso Sterlecchini, dicono sempre gli attivisti, potrebbe rappresentare un precedente in Italia nel caso in cui la pena inflitta venisse confermata. La voce di protesta alzata all'Aquila raccoglie tutta l'amarezza del paradosso della legge italiana relativa ai casi di omicidio, per i quali si garantisce il processo equo e l'assistenza legale e psicologica per i presunti colpevoli ma che lascia a se stessi i familiari delle vittime. Sui quali si aggrava, oltre al lutto, il paradosso di sostenere tutte le spese per avere giustizia.

VITA PRODUTTIVA AQ: IL REPORT DELLA CGIL
UNIVAQ PER L'AMBIENTE: STOP ALLA PLASTICA MONOUSO
SCUOLA LAVORO: BERGAMASCO E TORRICELLI A L'AQUILA
AQ, TORNA LA COLLANA "LA PROVINCIA LETTERARIA"
AQ, MATCH DI BENEFICENZA ALLA CASERMA PASQUALI
DE SANTIS: "PUNTI OSCURI SU PROGETTO PIAZZA D'ARMI"
CASTEL DEL MONTE: POLEMICA PER INTERVENTI STRADALI
BENI CULTURALI E RISCHI NATURALI: CONVEGNO CEI A L'AQUILA
RESTITUZIONE TASSE, PEZZOPANE: "SERVE PROROGA"
SCISSIONE RENZIANA, PEZZOPANE: "COLPO DI TESTA"
IL POLO MUSEALE PARTECIPA ALLE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO
CONCERTI BARATTELLI: AL VIA LA 74ESIMA STAGIONE
AQ: DIMENSIONAMENTO DELLA RETE SCOLASTICA APPROVATO IN GIUNTA
PRESENTATO L'EVENTO “DA MILANO A MATERA IN BICI"
TASSE IMPRESE: SUMMIT ISTITUZIONI E ASSOCIAZIONI
PESCARA: SCENARI EUROPEI '19. GIOVANE FESTIVAL AL FLORIAN
PESCARA, LA STORIA DI DASHNOR
PESCARA, LA PIAZZA CHE PIACE A TUTTI
MONTESILVANO PORTO ALLEGRO COMPIE 20 ANNI
ACCESSI VASCOLARI. ECCELLENZA ALLA ASL PESCARA
PESCARA: GDF ARRESTA NIGERIANA CON 5 CHILI DI 'MARIA'
REGIONE ABRUZZO: ASSEMBLEA PUBBLICA PER IL PIANO SOCIALE
"SHARPER" E "STREET SCIENCE": LA SCIENZA TRA LA GENTE
L'AQUILA: NEL WEEKEND TORNA "PULIAMO IL MONDO"
COMMISSIONE CONSILIARE: REPORT SU RICOSTRUZIONE
GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO: ECCO GLI APPUNTAMENTI
L'AQUILA: MENSE, BIGNOTTI “MOROSITÀ DIMEZZATA"
MONTESILVANO, FIBRA SÌ MA SENZA BARRIERE
PESCARA: VIA LAGO DI BORGIANO. RISCHIO CROLLO.. INTATTO
AEROPORTO. M5S DIFENDE I TAXI DI CHIETI
SOTTOSERVIZI : RIPRESI I LAVORI, OPERE AL 90%
CGIL: BENE STABILIZZAZIONI, ORA SI CONCLUDA