L'AQUILA CITTà EUROPEA DELLO SPORT 2022?

DI MARCO GIANCARLI

14 Ottobre 2019

Con un palazzetto dello sport, quello di viale Ovidio, ancora tutto da ultimare, il Palajapan chiuso e incompiuto, la notte fonda che è scesa sul rugby cittadino che dopo 50 anni non vedrà più la sua squadra in serie A, le crisi a fasi alterne dell’Aquila Calcio, strutture sportive chiuse ormai da un anno leggasi Verde Aqua e la difficoltà in cui più in generale si trova il mondo sportivo del Capoluogo di regione, ebbene, con questa situazione il Comune dell’Aquila, ha deciso di candidarsi come città europea dello sport per il 2022. Ad annunciarlo il sindaco Biondi a margine di una conferenza stampa di presentazione della mezza maratona del prossimo 27 ottobre. Una decisione presa da molti con scetticismo proprio per le ragioni di cui si è parlato fino a questo momento ma che secondo Biondi rilancerebbe il territorio che, se venisse scelto, potrebbe diventare protagonista di un evento tra i più importanti del settore e che porterà in città un numero importante di atleti ed eventi che verranno ospitati, aggiungiamo noi nelle strutture che si spera da qui al 2022 torneranno a disposizione della città. Una buona notizia? Solo il tempo saprà rispondere a questo interrogativo tanto semplice nella forma quanto complicato nella sostanza perché i problemi della città capoluogo anche sotto questo profilo sono tanti e vanno avanti da molto tempo senza che la politica, al di la del colore politico dia risposte certe attuando strategie efficaci e di medio e lungo respiro capaci di sanare una situazione per certi versi drammatica che pesa inesorabilmente sulle spalle delle tante piccole e medie realtà sportive del territorio che quotidianamente si scontrano contro il muro di gomma delle istituzioni, nonostante il loro costante impegno ed abnegazione con la quale conducono la loro attività. L’auspicio forse un po alla Tommaso Campanella è che da questo seme posto sotto la terra, nella città del sole, possa germogliare davvero qualcosa di positivo. Un qualcosa che non sia l’ennesima iniezione di adrenalina che alza il battito e fa correre i 100 metri alla Bolt ma che magari possa essere davvero quel volano per rilanciare un comparto quello sportivo davvero essenziale per una città che davvero vuole ricostruire non solo i palazzi ma anche e soprattutto il suo tessuto sociale. Una ricostruzione questa più difficile ma che passa anche e soprattutto dallo sport.

BUSSI: BLASIOLI NUOVO PRESIDENTE COMMISSIONE
UNIVAQ: SI RIPARTE CON LA DIDATTICA IN PRESENZA
FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ CONSEGNATO IL PACCO N.1000
APP IMMUNI, MARSILIO: OK A SPERIMENTAZIONE
REGIONE: PIETRUCCI (PD) SI DIMETTE E VA NEL GRUPPO MISTO?
CLIMBER CADE SULLA MAJELLA: SALVATO DAI TECNICI DEL CNSAS
FESTA DELLA REPUBBLICA A CHIETI E PESCARA
DISTANZIATI MA UNITI NEL GIORNO IN CUI LA REPUBBLICA COMPIE 74 ANNI
NEL GIORNO DELLA REPUBBLICA LE DESTRE SCENDONO IN PIAZZA
FRANCAVILLA, ENRICO BRUNO LASCIA IL PD
SAN GIOVANNI TEATINO, 200 FIRME CONTRO L'ANTENNA
L'AQUILA: IN CENTRO MASCHERINE OBBLIGATORIE DALLE 19
RIPRESA, MISIANI: "IN ABRUZZO MISURE PER UN MILIARDO E MEZZO"
DANTE LABS: LABORATORIO TAMPONI PRONTO A PARTIRE
CARABINIERI: IL 2019 DEL NUCLEO TPC MARCHE-ABRUZZO
STRADA DEI PARCHI: SINDACATI SCRIVONO A MIT, REGIONI E PREFETTI
PORTO DI ORTONA: IL PUNTO SUI LAVORI MASTERPLAN
FRANCAVILLA, UFFICIO POSTALE CHIUSO PER COVID
CSA LASPIAGGIA DI MARINA IN GESTIONE
IN SPIAGGIA DA OGGI
L'AQUILA, FASE 2: I GESTORI DEI LOCALI CHIEDONO AIUTO
PESCARA, STOP AL CICCHETTO DA ASPORTO
SGT MULTISERVIZI IL PIANO CHE DIVIDE
L'AQUILA, RIPARTENZA SCUOLE. PAROLA D'ORDINE: DIALOGO
SPIAGGE LIBERE: ANCI E SINDACI SCRIVONO ALLA REGIONE
UFFICIALE, IL CALCIO ITALIANO RIPARTE DAL 13
CAPISQUADRA CINGHIALAI D'ABRUZZO: SALVIAMO LA BRACCATA
VIA MONTI AURUNCI. IL MERCATO TORNA AL COMPLETO
L'AQUILA, STATALE 17: CONTINUA LO SCEMPIO AMBIENTALE
MONTESILVANO: PORTO ALLEGRO REGALA MASCHERINE
FASE1 ASL2. NUMERI DEL DIPARTIMENTO PREVENZIONE
SANITA':MEDICI E STUDENTI PROTESTA NELLE PIAZZE