BANCA D'ITALIA: IN ABRUZZO PREVISTO CALO PIL 8%

DI MARCO GIANCARLI

19 Novembre 2020

C’era da aspettarselo, il quadro congiunturale dell’Abruzzo dall’inizio dell’anno è in forte peggioramento.Secondo le ultime previsioni elaborate dalla Svimez, nel complesso dell’anno il prodotto interno lordo della regione dovrebbe ridursi di oltre l’8 per cento, un calo in linea con quello previsto per l’intero Mezzogiorno. Effetti prodotti dalla pandemia da Coronavirus che certamente si è andata a sommare a situazioni già in sofferenza. I livelli produttivi si sono marcatamente contratti nel primo semestre. Nei mesi estivi, in linea con le tendenze nazionali, sono emersi segnali di un significativo recupero. Rimane tuttavia elevata l’incertezza sulle prospettive a breve termine, in particolare nel settore dei servizi. Il sondaggio della Banca d’Italia condotto tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre su un campione di imprese industriali abruzzesi ha mostrato un diffuso calo delle vendite nel complesso dei primi nove mesi dell’anno e un ulteriore indebolimento dell’attività di investimento. Le esportazioni si sono fortemente contratte (-16,3 per cento), riflettendo soprattutto il calo delle vendite all’estero di veicoli commerciali, il principale prodotto di specializzazione della manifattura regionale. Parola d’ordine in questo momento è cautela. Per i prossimi mesi infatti le aspettative degli imprenditori rimangono improntate su questo aspetto. Le ripercussioni dell’emergenza sanitaria sul terziario sono state nel complesso più marcate, per effetto della forte contrazione dei consumi e delle restrizioni alla mobilità delle persone. Nel turismo il calo senza precedenti degli arrivi e delle presenze riscontrato fino a giugno si è solo parzialmente attenuato nei due mesi successivi. Anche nel settore dei trasporti e nell’edilizia la ripresa dell’attività lavorativa osservata a partire dal mese di maggio è stata incompleta. Non va meglio sul fronte occupazionale, già debole nel 2019, che è ulteriormente peggiorato con l’inizio della pandemia (-2,3% il calo degli occupati nel primo semestre del 2020, a fronte del -1,7% in Italia); gli effetti più marcati hanno riguardato i lavoratori con contratto a termine. Nel settore privato sono diminuite le assunzioni nette tra i giovani, e le donne. Per il credito, il forte incremento della domanda di fondi da parte delle imprese è stato soddisfatto anche grazie al miglioramento delle condizioni di offerta, favorito dalle garanzie pubbliche sui nuovi finanziamenti e dalle misure espansive di politica monetaria. Il credito alle piccole imprese, ancora in flessione a marzo, è tornato a crescere a ritmi sostenuti a partire dai mesi estivi ( 4,9% a giugno); il calo dei prestiti alle grandi imprese, da ricondurre principalmente a specifiche operazioni di riduzione dell’indebitamento di alcune aziende, si è progressivamente attenuato. I finanziamenti alle famiglie hanno sensibilmente rallentato (dal 2,9% di dicembre 2019 allo 0,6% di giugno), prevalentemente a causa della brusca frenata del credito al consumo; Stebile la qualità del credito. La raccolta bancaria è stata alimentata dalla crescita dei depositi ( 5,8% a giugno), sospinta anche dalla maggiore propensione al risparmio a scopo precauzionale. L’ammontare dei titoli detenuti a custodia presso le banche, espresso ai valori di mercato, è lievemente diminuito alla fine del primo semestre

COVID, L'AQUILA: AL VIA LO SCREENING DI MASSA DAL 3 AL 6 DICEMBRE
COVID: 13 DECESSI E 396 CONTAGI IN ABRUZZO
ABRUZZO: 9 MILIONI PER IL RECUPERO DELLE PRESTAZIONI SANITARIE
ECONOMIA: LA MANNAIA DEL COVID SULL'ABRUZZO
POST SISMA CENTRO ITALIA: LE PROPOSTE DELL'ANCI
BILANCIO COMUNE-PARTECIPATE-CSA: UTILE DI 7 MLN
COVID: 7 DECESSI E 556 NUOVI CONTAGIATI IN ABRUZZO
METROVIA ROMA: VANTAGGI ANCHE PER L'ABRUZZO
QUALITÀ DELLA VITA. ITALIA OGGI: L'AQUILA PRIMA IN ABRUZZO
PALLAVOLO: ORTONA SUONA LA SESTA SINFONIA
S. ANGELO DI BAGNO (AQ): 50 FAMIGLIE AL BUIO
COVID: OGGI 532 CASI. STABILE IL RAPPORTO POSITIVI/TAMPONI
REGIONE: TERZO SETTORE PRIORITA' IN PROGRAMMAZIONE 21-27
L'ABRUZZO VERSO LA PROROGA PER LA ZONA ROSSA. INDICE RT A 1,08
COVID 19, IL DRIVE IN DI SCOPPITO (AQ)
COVID19, IN ABRUZZO 510 NUOVI CASI E 17 DECESSI
47° PREMIO SULMONA MENZIONE SPECIALE A CICCOZZI
COVID: DA BANDO RESTART FONDO PERDUTO PER AZIENDE AQUILANE
BOREXÌNO: ECCO COME BRILLANO LE STELLE MASSIVE
AQ, SCREENING DI MASSA: IL PUNTO DI BIONDI
FONDI COMUNI ZONA ROSSA: CENTROSINISTRA ALL'ATTACCO
ABRUZZO: AUMENTA CAPACITA' DI TESTING
L'AQUILA: ECCO LA CICLOVIA URBANA D'EMERGENZA
TORRIONE: NOVITÀ ARCHEOLOGICHE DAL CANTIERE DI RESTAURO
MONDO VENATORIO: "RIAPRIRE CACCIA PER CONTENIMENTO"
BUON COMPLEANNO RAFFAELE COLAPIETRA!
AGENZIA ENTRATE: DECRETO RISTORI BIS, LA GUIDA
CHIETI DICE NO 365 GIORNI ALLA VIOLENZA
CGIL: COVID, IMPIEGATI POSTE ITALIANE A RISCHIO
TEST RAPIDI IN FARMACIA DA DICEMBRE
VACCINI ANTINFLUENZALI:MUTUO SOCCORSO TRA REGIONI
COVID 19, IN ABRUZZO 536 NUOVI CASI E 18 DECESSI