L'AQUILA RENDE OMAGGIO A DON ATTILIO CECCHINI. OGGI LA CAMERA ARDENTE IN COMUNE

DI MARCO GIANCARLI

07 Gennaio 2021

Se ne è andato in punta di piedi all’inizio di un anno che deve rappresentare la rinascita ed il ritorno alla vita normale. Attilio Cecchini, tante vite contenute in quei 95 anni di vita che ha saputo vivere con l’intensità e la cura che si deve. Avvocato penalista, principe del foro aquilano di cui era diventato punto di riferimento per tanti giovani e meno giovani avvocati che il lui vedevano l’esempio di come si fa la professione. Per tutti Don Attilio. Tante vite come detto concentrate in un continuo di eventi ed emozioni. Quasi un secolo di vita nel quale è cambiato tanto ma al contempo nulla perché lo sguardo di Don Attilio era sempre lo stesso nei confronti delle cose. Onesto e gentile, buono e acuto, figlio di un tempo che non c’è più e che con la sua scomparsa manca se possibile anche di più. Attento osservatore di profondi mutamenti della società, sempre pronto per le nuove sfide che anno dopo anno la vita gli aveva proposto davanti e che Don Attilio raccoglieva con lo spirito di un vero combattente. Avvocato si ma anche giornalista. Nel 1950 nonostante esercitasse la professione forense, emigrò in Venezuela fondando insieme all’amico Gaetano Bafile, il giornale “La Voce d’Italia”, periodico che aveva come obiettivo, la difesa dei diritti degli emigrati italiani a Caracas per poi rientrare in Italia dopo il clima diventato davvero troppo ostile che si respirava nel paese sud americano. Tornato nel Bel Paese l’avvocato Cecchini si butta nuovamente nella sua professione, scardinando il teorema Tragnone nello scandalo Pop quando l’intera giunta della Regione Abruzzo fini agli arresti, era il 1992, per una presunta clientopoli. Cecchini difese gratuitamente anche Michele Perruzza protagonista del delitto di Balsorano. Si arriva ai giorni nostri dove l’Avvocato Cecchini mise in mostra tutta la sua esperienza e bravura nei diversi processi del post sisma dell’Aquila, uno su tutti quello alla commissione grandi rischi. Una parentesi poi quella politica, forse unico grande rimpianto, con quella sconfitta contro Antonio Centi nel 1994 nella corsa a primo cittadino del Capoluogo di Regione. Un combattente che fino all’ultimo ha dato tanto a questa città e alla sua gente, riservando a tutti coloro hanno avuto l’onore di conoscerlo una parola buona ed uno sguardo positivo verso il futuro.

CHIETI: IMPIANTI SPORTIVI. MODELLI DI VALORIZZAZIONE
ARMI E DROGA. GDF SCOPRE CANALE MILANO-PESCARA
SPORT. FIN SALVAMENTO. EVENTI STADIO DEL NUOTO CHIETI
MONTESILVANO: SENTINELLE DELLA CIVITA' IN TEMPI DI COVID
IL FUTURO DI PIAZZA REGINA MARGHERITA E LARGO TUNISIA
SCUOLA, SINDACATI: BENE MEDIA DEL "RODARI" A PIANOLA
LUDOTECA A PARCO DEL SOLE: OK DELLA GIUNTA
AI GIOVANI PIACE LA CAMPAGNA ABRUZZESE
CAPITALE CULTURA:ELOGIO DELL'AQUILA SUL CORRIERE
PESCARA: MOBILITA' AMPIA E VELOCE IN FILOBUS
RICOSTRUZIONE BENI CULTURALI: STANZIATI 226 MLN
AQ: 22 E 23 GENNAIO TEST SU STUDENTI SUPERIORI
PESCARA: MASCI VUOLE IL MUSEO DELLE GENTI DEL MARE
PESCARA: TENSIONE ALLE NAIADI. VERTICE IN REGIONE VENERDI' PROSSIMO
REGIONE: PDL PER RECUPERO AREE PRODUTTIVE DISMESSE
CCIAA E REGIONE. ACCORDO SETTORE AGROALIMENTARE
VACCINI COVID. NESSUN RITARDO IN ABRUZZO
ARRESTATO FOREIGN FIGHTER DI ORIGINE ABRUZZESE
CHIETI. INTESA COMUNE-SOPRINTENDENZA
CHIETI, SS. ANNUNZIATA: IL PUNTI SUGLI INVESTIMENTI
PORTO PESCARA: VIA A SVUOTAMENTO VASCA DI COLMATA
L'AQUILA "MAGNIFICA CITADE" SULLE PAGINE DI "MEDIOEVO"
CALCIO ECCELLENZA: DA L'AQUILA PROPOSTE PER RIPARTIRE
CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2022: NULLA DA FARE PER L'AQUILA
CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2022: LA VOCE DELL'AQUILA
VACCINO COVID: PRENOTAZIONI PER OVER 80, DISABILI E SOGGETTI FRAGILI
"CAMPAGNA SICURI IN MONTAGNA". L'APPELLO DEL SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO
ATTIVITÀ PARLAMENTARE 2020: LA DEM PEZZOPANE FA IL PUNTO
MANUTENZIONE AUDITORIUM DEL PARCO: LE PROSPETTIVE
ISTITUTO "RODARI": UNA SEZIONE DELLE MEDIE A PIANOLA
SANT'AGNESE 2021: TRE APPUNTAMENTI IN PRIMA SERATA SU LAQTV
DPCM ECCO COSA SI POTRA' FARE: PIZZOFERRATO ZONA ROSSA FINO AL 22 GENNAIO