AMA, PALUMBO E ROMANO: VA RICAPITALIZZATA

DI MARCO GIANCARLI

08 Agosto 2019

“Le liti in maggioranza che tengono banco in questi giorni trovano spiegazione anche nei rimpalli di responsabilità sulla vicenda Ama che ormai strangolano sia il gruppo di Fratelli d’Italia che della Lega”. L’attacco arriva dal capogruppo del Pd Stefano Palumbo e da quello del Passo Possibile Paolo Romano.  “Al di là infatti delle rassicurazioni date da questa amministrazione sul trasporto pubblico locale - proseguono -, ieri, nel corso dell'assemblea Ama, convocata per l'approvazione del bilancio 2018, è emersa in modo lampante la totale mancanza di strategia e la divergenza di posizioni tra l'amministratore unico e l'assessore Mannetti. Una maggioranza spaccata e inconcludente ai cui danni sarà difficile porre rimedio”. Un giudizio tranciante quello delle opposizoni che all’assemblea hanno partecipato come uditori, non essendogli stata concessa altra possibilità di confronto. “Nell’assemblea ordinaria si è di fatto chiarito che l'addendum al contratto di servizio è sufficiente a coprire solo una parte delle perdite che l'azienda già sa di accumulare nel corso dell'esercizio 2019, vale a dire 120.000€ al mese, senza che ci sia, ad agosto, ovvero a oltre la metà dell'esercizio finanziario, un indirizzo da parte dell'amministrazione su come coprire la restante parte. E' evidente che qualunque siano i tagli ai costi aziendali che si intenderanno adottare –tuonano Palumbo e Romano -, il poco tempo rimasto fino a fine 2019 non sarà sufficiente ormai a produrre gli effetti necessari.  Non è stato possibile invece affrontare, poiché la successiva assemblea straordinaria è andata deserta, il vero nodo cruciale dell’azienda, quello del capitale sociale, praticamente eroso e, stando agli atti finora prodotti, senza strumenti o indicazioni da parte dell'amministrazione per ricostituirlo. La soluzione non è da inventare, ma solo da applicare e la fornisce la norma: applicazione dell’art. 14 della cosìdetta legge Madia d.lgs 175/2016, ricapitalizzazione attraverso un apposito piano di risanamento. Soluzione – concludono - che dai banchi dell’opposizione proviamo a far capire, invano, dallo scorso anno, mentre all’orizzonte si dipingevano scenari sempre più foschi per i lavoratori dell’azienda municipalizzata.  

CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE: FONDI ALL'ABRUZZO
L'AQUILA, NO NUMERO LEGALE: SALTA L'ASSISE CIVICA
FURTI A BAZZANO. CINQUE DENUNCIATI
LA A24 ED IL GRAN SASSO ALLA TV DI STATO SLOVENA
AGRICOLTURA: LA VOCE DEI COLTIVATORI
CACCIATORI CONTRO IL PIANO FAUNISTICO VENATORIO
AGRICOLTURA, BIGNOTTI: "NORME PER LO SVILUPPO"
CONFAGRICOLTURA: PRODUZIONE E TERRITORIO
GIORNATA DELLA MEMORIA: CULTURA E' COSCIENZA
L'AQUILA, QUATERNA IN RIMONTA AL SAN GREGORIO
OPEN DAY ALL'IIS AMEDEO DI SAVOIA
AQ, VIA PASTORELLI TRASFORMATA IN UNA FOGNA A CIELO APERTO
SANITÀ ABRUZZO: 70 MILIONI DAL FONDO NAZIONALE
PONTE BELVEDERE: CONTROLLI E CORRETTIVI
MIBACT: DAL 5 FEBBRAIO NOVITÀ PER L'ABRUZZO
CORSE TUA, SANTANGELO: "NO SOPPRESSIONE"
AEROPORTO PARCHI: GESTIONE ALLA SUNRISE AVIATION
OPEN DAY AMEDEO D'AOSTA: SCUOLA E FUTURO
AQ CAPITALE CULTURA 21: 30/01 INCONTRO PUBBLICO
A14, MARSILIO: "DORSALE ADRIATICA SPACCATA IN DUE"
CRISI VIABILITÀ, INU: "VAGLIARE GLI STUDI ESISTENTI"
L'AQUILA, CADONO CALCINACCI DA PONTE BELVEDERE
DIMENSIONAMENTO SCUOLE: A L'AQUILA POMERIGGIO DI PROTESTA
L'AQUILA: TORNANO GLI "INCONTRI CON BANCA D'ITALIA"
DISPERSIONE SCOLASTICA: ABRUZZO VIRTUOSO
COMMISSIONE BUSSI: MINISTERO DELL'AMBIENTE ASSENTE
A14, CGIL: "AUTOSTRADE FACCIA CIO' CHE DICE IL GIP"
RICOSTRUZIONE SCUOLE: BIONDI-PEZZOPANE AI FERRI CORTI
GIP AVELLINO: NO A RIAPERTURA VIADOTTO CERRANO
CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2021, BIONDI: "COINVOLGERE IL TERRITORIO"
ACCORDO COMUNE ANAC E PROVVEDITORATO OPERE PUBBLICHE: BIONDI VS PEZZOPANE
REGIONE: OK A INTERRAMENTO LINEA PETTINO-TORRIONE